.

.

martedì 19 luglio 2016

PATE' DI OLIVE per lo "schiticchio" piu' goloso che ci sia!!


Tempo d'estate !! tempo di cene in compagnia ...
a Palermo si chiama "schiticchio" l'usanza di riunirsi per
mangiare , insieme ad amici e familiari, cibi particolarmente golosi, di tradizione , che abitualmente non si cucinano, sia per mancanza di tempo, sia perchè, appunto,è bello prepararlo per tanti e poi condividerlo. 
Si tratta sempre di cibi  antichi, appetitosi,  che inducono a trattenersi a tavola, a conversare amabilmente, ad accompagnare , il tutto, con buon vino e sane risate.
Oggi vi propongo un antipasto : IL PATE' DI OLIVE NERE , che amo particolarmente.
Anche se non ho fame per il troppo caldo o per la stanchezza, un paio di fettine di buon pane casereccio, anche raffermo e lievemente bruscato, mi rimettono in pace con il mondo e mi rimineralizzano con gusto.
Vi consiglio di farne una dose abbondante e di consumarne parte nell'immediato e parte conservarlo, previa sterilizzazione a bagnomaria per 1 ora, e conservarlo in dispensa , per l'inverno.
Inoltre, se utilizzerete dei vasetti WECK , potrete confezionare tanti graditissimi doni per il prossimo Natale che delizieranno i vostri amici.





Ingredienti per 4 persone:
- 500 gr. di olive nere denocciolate
- 6 filetti d'acciuga sott'olio
- 70 gr. di capperi salati e dissalati accuratamente
- 3 cucchiai di origano
- 1 spicchio d'aglio tritato finissimo
- 1 cucchiaino di peperoncino tritato finissimo
- 150 grolio d'oliva extravergine

Procedimento:
- denocciolate le olive nere
- in un mixer , mettete al fondo l'olio e dopo tutti gli ingredienti
- frullate sino ad ottenere una crema liscia e omogenea e, se occorre, aggiungete altro olio
- aggiustare di sale, qualora ci sia bisogno
- servite il patè accompagnato da pane casereccio

- se volete conservare il patè per l'inverno, riempite dei barattoli con capsula ermetica (io vasi Weck)
- riempite i vasi sino a due dita sotto il bordo
- coprite d'olio d'oliva e chiudete ermeticamente
- sterilizzate i vasi a bagnomaria , in una pentola capiente ,per 1 ora dall'inizio del bollore
- spegnere il fuoco e lasciare raffreddare i vasi in pentola
- quando saranno freddi, toglieteli dalla pentola e riponeteli in dispensa, al buio


con questa ricetta partecipo al programma di affiliazione



11 commenti:

  1. Ma anche io voglio passare uno 'schiticchio' con te!! <3 Che bella ricetta, ed è un patè di olive assolutamente particolare.. aromatico, saporito e- ne sono certa- avvolgente! Mio papà ne andrebbe matto.. del resto adora tutte le tue conserve e verdurine per bruschetta.. figuriamoci questo! <3 <3 Complimenti mia chef. Con te si impara sempre qualcosa di nuovo e bello! :))) TVB

    RispondiElimina
  2. OTTIMO SPUNTINO PER QUESTO PERIODO DI GRAN CALDO, GRAZIE PER LA PROPOSTA COSI' APPETITOSA, BRAVA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. Non l'ho mai fatto in casa ma la tua ricetta me la segno all'istante x il prossimo aperitivo in terrazza :-) Grazie Mimma e felice serata <3

    RispondiElimina
  4. mi piace sempre moltissimo leggere i tuoi aneddoti :-) e il patè è golosissimo

    RispondiElimina
  5. vivrei di questi spuntini, spalma qui e spalma là farei fuori un chilo di pane !

    RispondiElimina
  6. meraviglioso cara Mimma, sei bravissima come sempre! Un bacio grande

    RispondiElimina
  7. Ma pensa! Sai quanti schiticchio ci facciamo anche qui dalle mie parti, con amici e parenti? Ottimo questo patè, molto gustoso, leggendo gli ingredienti mi immagino tutta la sua bontà. Non ne sbagli una amica mia ♥

    RispondiElimina
  8. Ho imparato una nuova parola in italiano, mi piace molto quest'idea di schiticchio lo adotterò

    RispondiElimina
  9. Moooooolto sfizioso, bravissima Mimma!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  10. MA che bontà questo patè Mimma, da leccarsi i baffi!!!!

    RispondiElimina
  11. una vera delizia, ottima in tante occasioni

    RispondiElimina

Grazie per essere passati di quì!!!
I vostri messaggi mi fanno molto piacere perchè mi aiutano a migliorare !!!