.

.

lunedì 24 ottobre 2016

OSSA DI MORTO biscotti tipici siciliani per la Festa di Ognissanti



 Le ossa Di Morto o anche Mustazzola.
Un altro classico della pasticceria siciliana .
Narra la tradizione che, la mattina del 2 Novembre, giorno della Commemorazione dei Defunti è usanza far trovare, ai bambini buoni, dei dolcetti lasciati dai familiari che sono "mancati" , come se fossero ancora tra loro.
E' una bellissima usanza che alleggerisce il concetto di Morte , per i bambini.
Questi biscotti , insieme ad altri dolcetti tipici, venivano messi in cestini , spargendo per casa un magnifico profumo di zucchero caramellato, cannella e chiodi di garofano.
Il procedimento per realizzarli è inusuale....si forma un impasto dove , la percentuale di zucchero è maggiore della farina, si aromatizza con i chiodi di garofano e la vaniglia. Si formano dei biscotti che, posizionati sulle teglie, dovranno asciugare all'aria per 3 giorni , o anche a casa vicino una fonte di calore, senza mai voltarli. In questo modo la superficie si asciuga mentre, la parte a contatto con la teglia, rimane umida. 
Quando si infornano, accade un miracolo!!! la parte inferiore del biscotto, umida, a contatto con la teglia calda, si scioglie ed esce parte dell'impasto interno, con alta percentuale di zucchero, che si caramellizza sprigionando un profumo celestiale.
Da noi si mangiano anche durante le Feste di Natale e si mantengono perfettamente se chiusi in una busta.
ecco la ricetta:


Tazza e piattino in porcellana GreenGate


Ingredienti:
- 500 gr. di farina di grano tenero macinato a pietra Ruggeri
- 600 gr. di zucchero semolato
- 140 gr. di acqua
- 2 cucchiaini di chiodi di garofano macinati F.lli Nuccio-Palermo
- 1 cucchiaino di cannella F.lli Nuccio-Palermo


Procedimento:
- in una casseruola sciogliere, a fuoco bassissimo (non deve bollire) lo zucchero e l'acqua
- in una planetaria o in un mixer mettere la farina e le spezie
- aggiungere lo sciroppo di zucchero e lavorare sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo
- formare dei salsicciotti di 2 cm di diametro e tagliare dei tocchetti
- schiacciarli lievemente con i rebbi della forchetta
- disporre su una teglia, coperta da cartaforno e lasciare asciugare per 3 giorni
- infornare a 170° per 10 minuti














la parte superiore del biscotto asciugata



la parte inferiore del biscotto ancora umida





con questa ricetta partecipo al programma di affiliazione




30 commenti:

  1. Si fanno anche qui in Piemonte e mi piacciono tantissimo ... se solo non avessi 12 punti in bocca 😩 Mi prepari un paio di dolcetti di marzapane morbido-morbido? 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok!!! vada per i dolci di pasta di mandorle!!! un abbraccio!!

      Elimina
  2. Mimma bella è inutile quando ho voglia di sentirmi a casa passo da te e trovo l'infanzia, che belli e che buoniiiiiiiiiii, super brava <3

    RispondiElimina
  3. Cara Mimma, che nome strano che anno questi biscotti, ma so anche che in Sicilia come dolci siete veramente specialisti!!!
    Ciao e buona settimana con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Sei delicata e dolce anche quando parli della morte, amica mia... sono dolcetti profumatissimi, corroboranti per davvero. La tenerezza del tuo messaggio è pari alla delicatezza della neve. 'Ricordare coloro che non ci sono più' in modo soffice, in modo zuccherino quasi. Beh, mia chef. Evviva te e la tradizione che tramandi. Sei unica TVTTTTTTTTB!!!!! <3

    RispondiElimina
  5. Non conosco questi biscotti..ma devono essere molto buoni.. smackkkk e buona settimana :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buoni e profumati!!! bacioni anche a te!!

      Elimina
  6. Meravigliosi questi dolcetti...adoro i dolci della nostra tradizione: raccontano una storia, complimenti, un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. devono essere deliziosi questi biscottini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te li consiglio!!! profumatissimi!!! un abbraccio!!

      Elimina
  8. Li adoro,sono i biscotti " spacca denti" più buoni del mondo.
    Prima o poi li farò.......bravissima. !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mia cara Maria!! un abbraccione!!

      Elimina
  9. Sai che non le ho mai assaggiate?? farei volentieri il primo assaggio con le tue :-P

    RispondiElimina
  10. mi fanno ricordare quando ero bambina... grazie per la ricetta! un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Che belle usanze che avete!!! Lo sai che da tre anni, grazie ad una amica siciliana è diventata anche usanza di casa mia (io greca, il marito sardo)! I miei bimbi fanno la caccia ai dolciumi che nascondono i nonni mancanti! L'anno scorso mio figlio grande ci ha fatto trovare sul cuscino due bigliettini firmati dai nostri rispettivi genitori defunti con tanto di "ti do un bacio, la tua mamma!" E "ti do un bacio, il tuo papà!"
    Secondo me questa usanza sarebbe da diffondere!

    Per i biscottini: secondo te, se li faccio si asciugeranno anche se in questi giorni l'umidità è tanta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao!!! benvenuta nel mio blog!!! se li fai adesso, puoi tenerli dentro casa , Si asciugheranno comunque!!

      Elimina
  12. Davvero una ricetta strepitosa!!!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  13. Cara Mimma quanto sono belle le nostre tradizioni ed il concetto,come tu ben dici,di alleggerire il concetto di "morto" per i bambini,esattamente l'opposto di quello che la tendenza impone...fino ad un certo punto io a dir la verità rimango ancorata alla nostra cultura ed identità!
    Detto ciò devo farti ancora una volta i miei complimenti per aver eseguito perfettamente questi biscotti,ma tu sei fantastica ^.^
    un abbraccio forte

    RispondiElimina
  14. Quanto mi garbano questi biscotti! Mi sembra di sentirne l'aroma! Un bacio

    RispondiElimina
  15. Devono essere buonissimi, non li ho mai assaggiati! Buona serata, baci!

    RispondiElimina
  16. Anche qui si chiamano così, hanno solo una forma diciamo un po' più macabra, la forma ricorda un osso, con le codette di cioccolato ai lati...
    Sono deliziosi questi biscottini!!!

    RispondiElimina
  17. leggerti è sempre un piacere, conoscere attraverso le tue parole e le tue ricettae la vera tradizione siciliana è molto interessante e....goloso ! Un bacione

    RispondiElimina
  18. Non li conoscevo proprio questi dolcetti. Buonissimi!
    Baci e buon weekend.

    RispondiElimina
  19. non li conoscevo ma devo dire stimolano molto la curiosità e la voglia di provarli

    RispondiElimina
  20. Interessantissima ricetta molto particolare la procedura per realizzarla, hai una nuova lettrice sei davvero speciale <3

    RispondiElimina
  21. sono buonissimi e golosissimi, adoro il loro gusto, bravissima

    RispondiElimina

Grazie per essere passati di quì!!!
I vostri messaggi mi fanno molto piacere perchè mi aiutano a migliorare !!!